EMP 2024/02 - Gestione nel DEA dell’intossicazione da metamfetamina

11,90 €
 
Formato

Riferimento: EMP2024_0224_O
ISBN / ISSN: 1592-3533
Autori: Briana D. Miller, MD Fellow and Clinical Instructor, Department of Emergency Medicine, University of Alabama at Birmingham Heersink School of Medicine, Birmingham, AL, Sherell Hicks, MD Assistant Professor, Assistant Residency Program Director, Department of Emergency Medicine, University of Alabama at Birmingham Heersink School of Medicine, Birmingham, AL
Curatori: Revisore scientifico della versione italiana: Bruno Tartaglino
Tipologia di Prodotto: Rivista
Anno di pubblicazione: 2024
Formato: pdf
Pagine: 24 cartaceo 25 digitale
Descrizione dettagliata

Obiettivi formativi

• Come si può gestire efficacemente l’agitazione del paziente intossicato da metamfetamina?

• Quali sono i trattamenti di prima linea delle complicanze pericolose dell’intossicazione da metamfetamina?

• Come stabilire le disposizioni corrette per i pazienti intossicati da metamfetamina?

Dopo la lettura del presente articolo, sarete in grado di:

1. Descrivere le presentazioni cliniche dell’intossicazione da metamfetamina.

2. Esporre le diagnosi alternative di un tossidromo simpaticomimetico.

3. Elencare le complicanze comunemente associate con gli analoghi dell’amfetamina e gli interventi necessari al sollievo sintomatico.

4. Pianificare le disposizioni secondo la risposta clinica.

Abstract

La gestione dei pazienti che si trovano in intossicazione acuta da metamfetamina (che appartiene alla classe dei farmaci omologhi dell’amfetamina) è impegnativa in termini di risorse da impiegare nei DEA. Le presentazioni cliniche del tossidromo simpaticomimetico metamfetamina spaziano dall’agitazione lieve alla rabdomiolisi, al danno renale acuto, alle convulsioni e all’emorragia endocranica. Sono scarse le evidenze di alta qualità sulla gestione ottimale di questi pazienti, in quanto la maggior parte della ricerca si concentra sugli interventi sintomatici per ottenere il controllo dell’agitazione e stabilizzare l’emodinamica. La nostra revisione analizza le migliori evidenze disponibili circa la diagnosi e il trattamento dei pazienti del DEA intossicati da derivati dell’amfetamina e presenta le raccomandazioni e le disposizioni di miglior pratica.

Presentazione dei casi

Caso 1

L’infermiere del triage ti chiede aiuto per una paziente agitata che cammina su e giù per il locale…

• Quando arrivi trovi una ragazza di 18 anni che sa dirti come si chiama ma non risponde alle domande per valutare il suo orientamento. All’inizio collabora, ma col proseguire delle domande per approfondire l’anamnesi l’agitazione aumenta troppo…

• I parametri vitali sono: temperatura 37 °C; pressione 170/99 mm Hg; FC 120 battiti/min; FR 16 atti/min. La giovane è diaforetica ma neurologicamente intatta e non presenta tracce di traumi.

• Ora non è più collaborativa e anzi inizia a minacciare il personale. I tuoi tentativi di riportarla allo stato di calma e orientamento non riescono, allora ti domandi quale sia il migliore intervento farmacologico…

Caso 2

Un uomo di 22 anni arriva per un dolore toracico comparso mentre stava ballando in discoteca…

• Ammette di aver preso un “aiutino stimolante” ma non sa di quale sostanza.

• I parametri vitali sono: temperatura 36,6 °C; pressione 170/110 mm Hg; FC 115 battiti/min; FR 14 atti/min. L’ECG non mostra cambiamenti ischemici.

• Il giovane non riferisce precedenti cardiologici o fattori di rischio di embolia polmonare. Ti chiedi se sia il caso di fare una visita cardiologica…

Caso 3

Una donna di 25 arriva in ambulanza per crisi convulsiva…

• L’equipaggio dell’ambulanza riferisce che la paziente è normalmente in buona salute e che la crisi è avvenuta davanti ai familiari, i quali negano alcun episodio precedente.

• All’arrivo la paziente è disorientata e non riesce a rispondere alle tue domande. I parametri vitali sono: temperatura 37,1 °C; pressione 190/120 mm Hg; FC 116 battiti/min; FR 12 atti/min.

• Ti chiedi se la depressione dello stato di coscienza sia conseguente alle convulsioni o se ci sia sotto qualcos’altro…

Recensioni(0)

Recensioni

Nessuna recensione, al momento.

Stai recensendo “EMP 2024/02 - Gestione nel DEA dell’intossicazione da metamfetamina”


.png .jpg .gif
group_work Consenso ai cookie

Accedi

Megamenu

Confronta0Lista dei desideri0

Il tuo Carrello

Non ci sono prodotti nel carrello