EMP 2023/07 - Valutazione e gestione nel DEA dei casi di violenza del partner intimo

11,90 €
Obiettivi formativi
• In quale modo i medici d’urgenza devono approcciare i/le pazienti che hanno subito atti di violenza domestica?
• Quali lesioni fisiche si associano più sovente a questi atti di violenza?
• Quali esami diagnostici e trattamenti sono indicati nei casi di violenza domestica anche di tipo sessuale?
 
Formato

Riferimento: EMP2023_0723_O
ISBN / ISSN: 1592-3533
Autori: Davindeep Brar, MD Department of Emergency Medicine, University of Texas Southwest Medical Center, Dallas, TX, Gilberto A. Salazar, MD, FACEP Associate Professor, Department of Emergency Medicine, University of Texas Southwest Medical Center, Dallas, TX, Jo-Anna Palma, MD Department of Emergency Medicine, University of Texas Southwest Medical Center, Dallas, TX, Maria Box, MD Department of Emergency Medicine, University of Texas Southwest Medical Center, Dallas, TX
Curatori: Revisore scientifico della versione italiana: Bruno Tartaglino
Tipologia di Prodotto: Rivista
Anno di pubblicazione: 2023
Formato: pdf
Pagine: 28 cartaceo 29 digitale
Descrizione dettagliata

Dopo la lettura del presente articolo, sarete in grado di:

1. Organizzare la gestione nel DEA dei pazienti che hanno subito violenza da parte dei partner, inclusa la stabilizzazione in emergenza, gli esami diagnostici e il trattamento delle lesioni più comuni.

2. Stabilire un approccio di cura personalizzato sul paziente e per lo specifico trauma.

3. Riconoscere il ruolo dei Servizi di sostegno con i quali collaborare nel DEA: Servizi Sociali, Servizi di sostegno delle vittime, applicazione delle leggi specifiche.

4. Applicare le disposizioni mirate alla sicurezza post dimissione, con idonei appuntamenti di controllo.

Abstract 

La violenza dai partner sessuali e la medicina d’urgenza si incontrano quando le persone che ne sono vittime accedono al PS per le necessarie cure mediche, sia presentandosi autonomamente che accompagnate dalla Pubblica sicurezza o dai Servizi Sociali per i relativi accertamenti. È necessario coordinare gli interventi, prestando particolare attenzione agli aspetti traumatologici e alla delicatezza della situazione. L’urgenza delle cure deve essere equilibrata dalla considerazione del benessere emotivo della persona e delle necessità di assistenza psicologica, sociale e legale specifica. L'articolo riprende ed espone la miglior pratica e le raccomandazioni scientifiche circa la valutazione e la gestione dei soggetti che hanno subito violenza da parte del partner, con speciale attenzione alle lesioni traumatiche.

Presentazione dei casi

Caso 1

Una giovane di 23 anni che non ha precedenti medici accede al PS lamentando dolore al collo…

• All’anamnesi prima riferisce di essere caduta dalle scale, poi che uno scatolone le è caduto sul collo. Tu annoti questi dettagli contraddittori circa la causa del dolore.

• All’esame la paziente presenta un ematoma cutaneo in regione occipitale ma nessun altro danno cranico, ecchimosi periorbitale né trauma facciale. Si osservano ecchimosi bilaterali sul collo, associate a edema (più evidente sul lato destro).

• La donna ha la completa mobilità del collo. I nervi cranici sono intatti e i polsi in entrambi gli arti superiori sono pieni e isosfigmici.

• La paziente inizia a piangere durante l’esame e ammette che il marito l’ha colpita alla testa con un grosso libro e le ha stretto le mani intorno al collo durante una discussione. Nega l’aggressione sessuale o altre lesioni, ma confida che non si sente sicura a casa. Risponde anche di non avere al momento pensieri suicidi o omicidi.

• Tu richiedi gli esami di laboratorio. L’urinanalisi, la TC cranio senza mdc e un’angio-TC di capo e collo. E mentre attendi gli esiti pensi a come procedere in questo caso…

Caso 2

Una donna transgender di 36 anni arriva al PS lamentando dolore e perdite rettali…

• Riferisce di aver subito uno stupro dal suo partner 2 giorni prima.

• Racconta che l’uomo ha iniziato il litigio perché sospettava la sua infedeltà, poi le ha preparato un drink alcolico e da allora lei non ricorda nulla, ma si è svegliata più tardi notando dolore rettale e perdita ematica.

• Richiedi gli esami di laboratorio compreso emocromo completo, gruppo e fattore Rh, quadro metabolico di base e test HIV. Dato che ti ha menzionato un’aggressione sessuale, stai pensando a come procedere nella valutazione della paziente.

Caso 3

Una ragazza di 18 anni si rivolge al PS per dolore addominale…

• È accompagnata da un uomo che si presenta come il fidanzato.

• Quando la interroghi sul sintomo principale, l’uomo la interrompe e risponde dicendo che la ragazza ritiene di avere un’infezione urinaria.

• Noti che la paziente evita di guardarti negli occhi, e quando le chiedi di descrivere i sintomi l’uomo la interrompe ancora e richiede “test rapido e antibiotici”.

• Capisci che questa paziente non è libera di parlare per sé…

Recensioni(0)

Recensioni

Nessuna recensione, al momento.

Stai recensendo “EMP 2023/07 - Valutazione e gestione nel DEA dei casi di violenza del partner intimo”


.png .jpg .gif
group_work Consenso ai cookie

Accedi

Megamenu

Confronta0Lista dei desideri0

Il tuo Carrello

Non ci sono prodotti nel carrello