Il canile come presidio zooantropologico

39,90 € 42,00 €
Formato

Riferimento: 2661_C
ISBN / ISSN: 978-88-7110-215-3
Autori: A cura di Roberto Marchesini
Tipologia di Prodotto: Libro
Anno di pubblicazione: 2007
Formato: 17 x 24
Pagine: 346
Descrizione dettagliata

Il canile rappresenta oggi uno dei nodi cruciali del rapporto uomo-animale, capace di svelare le criticità della pet-ownership e dell’integrazione sociale del cane, oltre a testimoniare il posizionamento della cultura nella capacità di offrire soluzioni adeguate alla natura del problema. Fino ad oggi il canile è stato affrontato essenzialmente con un approccio sanitario e/o protezionista, talvolta con difficili tentativi di complementazione, altre volte con aperti contrasti tra le due impostazioni. È necessario da un lato superare la concezione di canile discarica, dall’altro riformulare sotto il profilo strutturale e gestionale il canile, passando da un’idea di mantenimento dei cani a una di formazione dei cani. Il canile che qui viene presentato ha poco da condividere con la visione tradizionale, dove ci si riferisce al cane come entità da ospitare, e all’adozione in modo generalista. 

Recensioni(0)

Recensioni

Nessuna recensione, al momento.

Stai recensendo “Il canile come presidio zooantropologico”


.png .jpg .gif
group_work Consenso ai cookie

Accedi

Megamenu

Confronta0Lista dei desideri0

Il tuo Carrello

Non ci sono prodotti nel carrello