La sterilità coniugale

21,85 € 23,00 €

La rivoluzione biomedica in soccorso a una malattia sociale

Formato

Riferimento: 3713_C
ISBN / ISSN: 978-88-7110-448-5
Autori: Carlo Flamigni
Tipologia di Prodotto: Libro
Anno di pubblicazione: 2017
Formato: 15 x 21
Pagine: 224
Descrizione dettagliata
La clinica della sterilità è una disciplina che non ha più di 40 anni.
 
In tutto il mondo, la sterilità viene definita come l’incapacità di una coppia di concepire dopo aver trascorso un certo periodo di tempo avendo rapporti sessuali con una frequenza considerata normale e senza usare alcun tipo di precauzione anticoncezionale. In questa definizione vedo già un certo numero di problemi.
Questa terminologia non è universale. In Italia, la parola sterilità indica l’incapacità di iniziare una gravidanza o di farla iniziare alla propria compagna. Si usa invece il termine “infertilità” per indicare la incapacità di avere figli vivi e in grado di sopravvivere.
Il concetto di sterilità è solo raramente assoluto, molto spesso ha valore soltanto relativo.
È  vero che la fertilità degli uomini e delle donne  è in via di costante diminuzione? E se sì, perché?
 
Questo libro tiene conto delle acquisizioni più recenti e in particolare dei progressi della fecondazione extracorporea ma cerca al contempo di recuperare e valorizzare le conoscenze più tradizionali che consentono oggi di risolvere problemi di sterilità e di infertilità un tempo esclusi da ogni razionale tentativo terapeutico senza dimenticare che i progressi della scienza in questo settore propongono problemi morali e sono responsabili di un conflitto di paradigmi che, allo stato attuale, non ha ancora visto un vincitore. 
Recensioni(0)

Recensioni

Nessuna recensione, al momento.

Stai recensendo “La sterilità coniugale”


.png .jpg .gif
group_work Consenso ai cookie

Accedi

Megamenu

Confronta0Lista dei desideri0

Il tuo Carrello

Non ci sono prodotti nel carrello