Carrello C.G. Edizioni Medico Scientifiche          Facebook C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Linkedin C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Newsletter C.G. Edizioni Medico Scientifiche
C.G. EDIZIONI MEDICO SCIENTIFICHE    /    +39 011 37.57.38    /    cgems.clienti@cgems.it    /    accedi all'area
- Riviste / Emergency Medicine Practice -

Emergency Medicine Practice 2019/01

Emergency Medicine Practice 2019/01  

An evidence-based approach to emergency medicine
 
Autori: Faheem Guirgis, Lauren Page Black, Elizabeth L. DeVos, 

Revisore scientifico della versione italiana: Bruno Tartaglino


ISBN/ISSN digitale: 1592-3533
Categoria: Riviste / Emergency Medicine Practice
Autore: AAVV
Anno di pubblicazione: 2019
Pagine: 42
Formato: pdf


digitale - codice: EMP2019_0119 - 11,90 €    


Descrizione:
Aggiornamenti e controversie sulla gestione in urgenza della sepsi e dello shock settico
 
Dopo la lettura del presente articolo, dovreste essere in grado di:
1. Descrivere i metodi a disposizione per l’individuazione rapida della sepsi nei pazienti che presentano segni e sintomi di infezione.
2. Elencare gli elementi dello score SOFA (Sequential [Sepsis-related] Organ Failure Assessment) e la sua utilità nella pratica clinica.
3. Fornire le raccomandazioni specifiche per la gestione tempestiva della sepsi e dello shock settico.
4. Illustrare le implicazioni degli standard (national quality metrics) di qualità per la cura della sepsi. 
 
La sepsi è una condizione comune e pericolosa per la vita il cui riconoscimento ed avvio del trattamento richiedono tempestività. La diagnosi e la terapia della sepsi e dello shock settico sono fondamentali per i medici d’urgenza, i quali devono essere competenti sugli indicatori clinici e di laboratorio delle insufficienze d’organo evidenti o più nascoste, sul controllo delle fonti di infezione e sui protocolli di rapida individuazione dei segnali precoci dello shock settico. Il presente articolo opera una revisione strutturata della letteratura sulla gestione della sepsi, con attenzione all’evidenza scientifica, alle linee guida e ai protocolli aggiornati.
 
La sepsi è causata da un’infezione sistemica ed è una risposta anomala e pericolosa per la vita all’infezione stessa. Le anomalie immunitarie indotte dai patogeni infettanti o dal danno ai tessuti producono sia gli aspetti infiammatori che immunosoppressivi della malattia, provocando disfunzioni d’organo e possibile morte. La sepsi può portare ad anomalie cellulari e deficit di perfusione, causando lo shock settico. Le strategie di gestione ottimale della sepsi sono state oggetto di intensa ricerca da quando un lavoro fondamentale di Rivers e Colleghi, pubblicato nel 2001, rilevò una mortalità ridotta del 16% a seguito dell’applicazione randomizzata di un gruppo di interventi terapeutici (bundle) precoce ed aggressivo detto early goal-directed therapy (EGDT). Questo prevedeva la somministrazione di fluidi, inotropi e sangue, e il raggiungimento di obiettivi emodinamici che migliorassero l’ossigenazione tissutale, espressa come saturazione venosa centrale > 70%. Ma da quando tre trial multicentrici non sono riusciti a confermare i risultati di questo studio, l’EGTD non viene più raccomandato. Ciononostante, in generale, è raccomandato un trattamento precoce ed aggressivo della sepsi in quanto ha mostrato di contribuire al miglioramento degli esiti.
Questo numero di Emergency Medicine Practice opera una revisione dei recenti cambiamenti nei criteri, negli elementi prognostici e nei riferimenti qualitativi sulla sepsi e fornisce le raccomandazioni sul riconoscimento e trattamento in DEA di sepsi, sepsi severa e shock settico. 

Ultime News




Articolo del 06/09/2022
Grave azzardo terapeutico e decesso del paziente Dolo o colpa?
Categoria: Giurisprudenza

maggiori informazioni ››

Articolo del 06/09/2022
Anestesista condannato dalla Corte dei Conti
Categoria: Giurisprudenza

maggiori informazioni ››

Copyright © 2021, C.G. Edizioni Medico Scientifiche S.r.l. con socio unico  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 02571140017
Indirizzo: Via Brissogne, 11 - 10142 Torino  -  E-mail: cgems.clienti@cgems.it  -  Admin