Carrello C.G. Edizioni Medico Scientifiche          Facebook C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Linkedin C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Newsletter C.G. Edizioni Medico Scientifiche
C.G. EDIZIONI MEDICO SCIENTIFICHE    /    +39 011 37.57.38    /    cgems.clienti@cgems.it    /    accedi all'area
- Riviste / Emergency Medicine Practice -

Emergency Medicine Practice 2022/04

Emergency Medicine Practice 2022/04  

Autore: Rachel Sullivan, MD 
 
Revisore scientifico della versione italiana: Bruno Tartaglino
 


ISBN/ISSN digitale: 1592-3533
Categoria: Riviste / Emergency Medicine Practice
Autore: AAVV
Anno di pubblicazione: 2022
Pagine: 32
Formato: pdf


digitale - codice: EMP2022_0422 - 11,90 €    


Descrizione:

Diagnosi e gestione del dolore articolare acuto nel Dipartimento di Emergenza 

Obiettivi formativi:
• Quali sono i fattori anamnestici che possono restringere la diagnosi differenziale del dolore articolare e stabilirne l’origine (degenerativa, infettiva, da cristalli o traumatica)?
• Quali esami sono fondamentali per poter diagnosticare l’artrite settica?
• Quando è necessaria l’artrocentesi e come vanno interpretati gli esiti?
• Come distinguere la gotta dagli altri tipi di artrite?
 
Dopo la lettura del presente articolo, sarete in grado di:
1. individuare le cause più comuni di dolore articolare nel DEA;
2. esporre il valore degli esami sierologici e dell’artrocentesi nel processo diagnostico dell’artrite settica;
3. diagnosticare l’artrite acuta e l’artrite settica;
4.illustrare le presentazioni del dolore articolare acuto dovuto a nuove affezioni emergenti.
 
Abstract
Il dolore monoarticolare o pluriarticolare quale esito di infezioni, traumi e processi autoimmuni e infiammatori è un’importante causa di disabilità, spesso prevenibile grazie a diagnosi e gestione tempestive. L’artrite settica comporta un pericolo particolare dovuto all’elevata possibilità di morbilità e morte. Il nostro articolo presenta una panoramica dei diversi tipi di dolore articolare che si osservano nel Dipartimento di Emergenza e intende delineare gli approcci sistematici e scientifici alla diagnosi e al trattamento. Affronteremo anche le cause emergenti infettive e reattive dell’artrite, tra cui Zika, chikungunya e Covid-19, ed evidenzieremo le raccomandazioni di miglior pratica sul trattamento e sulle disposizioni conseguenti alla diagnosi.
 
Caso 1
Un uomo di 43 anni è arrivato in ambulanza lamentando dolore severo alla caviglia destra e al ginocchio sinistro…
• Non riesce a camminare. Non riferisce traumi, viaggi recenti o rash.
• Ti domandavi perché abbia chiamato i soccorritori per il dolore, ma poi hai visto i parametri vitali: 116 battiti/min, febbre 39,2°, pressione 100/70 mm Hg, frequenza respiratoria 22/min e saturazione 98% in aria ambiente.
• E allora ti viene il dubbio: devi esaminare le articolazioni con lievi percussioni e poi iniziare empiricamente gli antibiotici…?
 
Caso 2
Una donna di 27 anni viene portata nel settore “non acuti” del DEA per dolore articolare diffuso e severo…
• È tornata la settimana precedente da un viaggio in Repubblica Dominicana, e riferisce febbre soggettiva.
• La temperatura è di 37,7°; la pressione 130/75 mm Hg e la FR di 18 atti/min.
• L’infermiera ti fa notare che la paziente ha un rash diffuso, chiedendoti se si debba porla in isolamento…
 
Caso 3
Una giovane di 19 anni presenta articolazioni doloranti ed edematose, soprattutto alle dita dei piedi e complessivamente al piede…
• Riferisce che da un po’ avverte difficoltà a camminare. L’anamnesi è positiva per un’infezione risalente a 3 settimane prima alle alte vie respiratorie, con mal di gola e cefalea.
• I parametri vitali sono: temperatura 37°, pressione 100/70 mm Hg, frequenza respiratoria 20 atti/min.
• Che il dolore articolare sia legato all’infezione respiratoria passata…?
 
Introduzione
Il dolore articolare limita la capacità di svolgere le attività quotidiane e di lavorare, spesso inducendo il paziente artritico ad
accedere al PS in cerca di esami e sollievo. È ampia la diagnosi differenziale dell’artrite acuta non traumatica: dalle cause benigne (es. esacerbazioni di osteoartrite cronica) a quelle pericolose per la vita (es. artrite settica). Nella medicina d’Emergenza l’artrite settica è quasi sempre inserita nella diagnosi differenziale dell’artralgia acuta, dato che la distruzione della cartilagine e la progressione verso l’osteomielite inizia in pochi giorni dopo, con una mortalità fino al 25% dei casi di diagnosi mancata o tardiva. L’artrite settica può presentarsi con sintomatologia subdola, particolarmente tra gli immunodepressi e gli anziani. È pertanto essenziale adottare un metodo sistematico per la valutazione del dolore mono- o pluriarticolare.
Questo articolo di Emergency Medicine Practice offre un inquadramento della valutazione dell’artrite acuta, comprendendovi gli esami di imaging, ematici e l’artrocentesi.
 

Ultime News




Articolo del 16/06/2022
Responsabilitą penale per errato prelievo ematico
Categoria: Giurisprudenza sanitaria

maggiori informazioni ››

Articolo del 16/06/2022
False vaccinazioni anti Covid-19 e reati ipotizzabili a carico del medico convenzionato
Categoria: Giurisprudenza sanitaria

maggiori informazioni ››

Copyright © 2021, C.G. Edizioni Medico Scientifiche S.r.l. con socio unico  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 02571140017
Indirizzo: Via Brissogne, 11 - 10142 Torino  -  E-mail: cgems.clienti@cgems.it  -  Admin